Natale con la mia valigia

Valigia con ruote che corre tra le isole, valigia affannata, valigia di vernice blu. Stessa valigia con ruote consumate dalla sabbia vulcanica incandescente che graffia.
Non è un gioco letterario. Nè un esercizio alla Artaud.
Valigia che corre nel freddo Natalizio e si appanna per nascondere i contenuti. Valigia come carta da regalo. Grande capo vuole pranzo. Valigia vuole fare presto, valigia che perde l’aereo non è valigia.
Perso l’aereo povera valigia! Valigia triste sul treno per tornare indietro.. sfuma il tacchino sfuma la famiglia sfuma il mercante in fiera ma all’improvviso una voce: ‘Sei sola?’
Intanto io in fila da un’ora a Capodichino per dichiarare il bagaglio smarrito.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Natale con la mia valigia

  1. Luigi Pignalosa ha detto:

    Benvenuta Ritagliati, è un piacere leggere le tue valigie. Sotto l’albero, valigie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...