Scrittura Creativa | Lezioni sulla creazione di mondi fantastici – Frank Herbert – sintesi e indice

La scrittura creativa e le regole di creazione dei mondi fantastici dei grandi maestri

Indice

indice lezioni creazione mondi fantastici frank herbertCreazione di mondi fantastici – Frank Herbert – 1 – L’idea narrativa

Creazione di mondi fantastici – Frank Herbert – 2 – Primi passaggi analitici

Creazione di mondi fantastici – Frank Herbert – 3 – Coerenza, fantasia e realtà

Creazione di mondi fantastici – Frank Herbert -4 – Riflessioni sul linguaggio

Creazione di mondi fantastici – Frank Herbert -5 – Strumenti e trucchi dello scrittore

Sintesi dei consigli di Frank Herbert per la creazione di mondi fantastici

consigli di Frank Herbert per la creazione di mondi fantastici1) Il creatore di mondi deve essere vigile su ciò che lo affascina: quando si scopre affascinato da un certo concetto, immagine o processo, deve riflettere su di esso fin quando emerge un’idea. L’idea non va confusa con l’immagine o con il concetto. Un’idea narrativa deve contenere in sè un nucleo drammatico (un conflitto) per essere generativa, ovvero pregna di possibili attuazioni. Solo così l’idea avrà la capacità di generare una dinamica narrativa. L’idea narrativa è qualcosa di dinamico in potenza.

2) Prima di scrivere bisogna leggere. Quando abbiamo un’idea che ci piace, dobbiamo documentarci e studiare l’argomento. Solo dopo averlo reso parte di noi potremo scorgere gli eventuali confini di una narrazione basata su quell’idea. E solo se vediamo dei confini ampli, epici, universali, possiamo ipotizzare di costruire un mondo basato su quell’idea.

3) Quando abbiamo fantasticato abbastanza sull’idea e sulle caratteristiche di un mondo, dobbiamo iniziare a interrogarci sulle condizioni degli individui che vivono in quelle condizioni (per certi versi diverse, per altri simili alle nostre). Questo rende davvero interessante un racconto fantastico.

4) Dobbiamo chiederci prima in cosa gli abitatori di un mondo fantastico sono simili a noi. Dobbiamo porci molte domande diverse. Come ad esempio quali cose reali studiate possono essere illuminanti? Quali si adattano al contesto diverso? Quali cose saranno identiche o minori o più estreme (indagare le variazioni quantitaive). Le risposte a queste domande daranno una base di vita e di solida sostanza agli abitanti del nostro mondo.

5) Bisogna soffermarsi sugli aspetti strani e inaspettati che emergono dallo studio dei fenomeni reali legati all’idea. Bisogna vivere lo sgomento e la meraviglia di cose vere che ci stupiscono e bisogna soffermarsi a elencare (raccogliendoli come materiali narrativi) quali siano questi aspetti inaspettati che, verosimilmente, colpiranno anche il lettore.

6) Bisogna indagare la diversità, la differenza. Bisogna interrogarsi, come nel caso della similitudine, per cercare quegli elementi che, stando un contensto diverso, saranno necessariamente diversi dalla realtà.

7) L’ambientazione di mondo fantastico non è un pacco di fantasticherie, è un tutto in cui è sottesa una coerenza logica. Ma l’invenzione genera mistero e bisogno di spiegazioni. Perciò questa coerenza deve essere presente nella mente dell’autore e deve essere esposta fin quando non minaccia di distrarre dalla linea narrativa principale.

8) Bisogna avere chiari quali siano i misteri principali a sostengono della narrazione.

9) Non bisogna temere che il lettore desideri spiegazioni di tutto o di tanti dettagli, non bisogna abbondare troppo con l’invenzione di elementi per giustificare un certo sistema per non creare troppi misteri. In positivo, bisogna riflettere sull’equilibrio fra elementi tratti dalla realtà (che non hanno bisogno di giustificazione) ed elementi inventati.

10) Quando le basi di studio e di analisi sono solide, volare con la fantasia è naturale e spontaneo, è un semplice risultato del bisogno di evadere da quei confini che noi stessi abbiamo tracciato. Il risultato sarà un piacevole “lasciarsi trasportare”.

11) Nell’indagare la diversità possiamo usare uno strumento diretto e inseririci nella narrazione per spiegare gli elementi di diversità (struementi, leggi, atteggiamenti, etc..).

12) Per prepararci a poter usare uno strumento più evoluto dobbiamo immaginare, fantasticazre, riflettere su quali differenze si producono nell’animo umano del nostro popolo immaginario, tanto come individuo, tanto come società e cultura.

13) nell’indagare la diversità, se abbiamo riflettuto, possiamo usare uno strumento indiretto e più efficace (ma più difficile): far trasparire la diversità nel linguaggio.

14) per far trasparire la differenza nel linguaggio, dobbiamo riflettere su come si modificano le singole parole, gli usi linguistici e le forme di pensiero dei nostri personaggi.

15) Bisogna fare tesoro dell’esperienza reale, prendendo appunti e mantenendo vivi nella memoria i particolari più interessanti e notevoli.

16) Bisogna entrare in confidenza (esperienza particolarmente approfondita) con ciò che nella realtà richiama il nostro mondo immaginario.

17) Il narratore deve avere pazienza e raccogliere molto materiale variegato ed eterogeneo

18) Il narratore, dopo aver assorbito il materiale per molto tempo, deve utilizzare la grande parte di esso come DNA dell’azione dei personaggi. I materiali devono rimanere elementi interni e nascosti (non deve parlarne) che determinano le reazioni dei personaggi (che invece vanno descritte esplicitamente).

Pdf icona

scarica il PDF del discorso completo di Frank Herbert

Informazioni su Luigi Pignalosa

Nato nel sole, cresciuto nel mare, educato dal Cielo, torturato dalla terra. Mi laureo in Filosofia con il massimo dei voti (per quello che significa in Italia). Studio e sviluppo competenze nel campo della comunicazione strategica e dei media digitali. Lavoro come Strategic Communication Planner, Content writer & manager, Web project manager. Da piccolo inventavo i miei giochi perché quelli esistenti erano stati già creati. Il mio motto è "Se proprio devi fare qualcosa, fa' qualcosa che non c'è".
Questa voce è stata pubblicata in creazione di mondi fantastici, Scrittura Creativa, Strumenti e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...